Rapporto Assalco-Zoomark 2022: cresce ancora il mercato del pet italiano

0
mercato del pet italiano

Il mercato del pet italiano continua a vivere una crescita inarrestabile: è quanto rivelano le anticipazioni del nuovo Rapporto Assalco-Zoomark, giunto alla sua quindicesima edizione. Il Rapporto è stato presentato oggi durante la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di Zoomark International, che si terrà nel quartiere fieristico di Bologna dal 15 al 17 maggio 2023. La conferenza stampa si è svolta a Norimberga, dove è iniziata oggi Interzoo, l’altra manifestazione b2b del mondo del pet che si svolge ad anni alterni rispetto a Zoomark.

Il cibo per animali traina il mercato del pet italiano

Nel periodo 2007-2021 il mercato italiano dei prodotti per l’alimentazione di cani e gatti ha più che raddoppiato il fatturato, passando da 1.163 a 2.533 milioni di euro, con un tasso di crescita medio annuo delle vendite a valore del +5,7%. Secondo i dati Iri, rispetto al 2020 l’incremento del fatturato complessivo è pari al 7,1% e quello dei volumi al 5%.

L’accelerazione che questa crescita ha subìto negli ultimi due anni è riconducibile anche al maggior numero di adozioni di cani e gatti coincisa con la fine del primo lockdown del 2020. L’aumento del numero di proprietari si è tradotto in una crescita consistente delle famiglie acquirenti di alimenti per cani e gatti, che hanno raggiunto quota 12,2 milioni: circa 1 milione in più rispetto all’anno precedente, per lo più costituite da giovani e di condizione socio-economica medio-alta.

La penetrazione di queste famiglie ha raggiunto il 46,9% del totale delle famiglie italiane (+3,4 punti rispetto allo scorso anno).

I canali di distribuzione del mercato del pet italiano

Rispetto a 15 anni fa, il mercato del pet food vede profondamente mutato il peso del canale specializzato e del Grocery: il primo ha avuto un tasso di sviluppo in valore medio annuo pari a +8,3%, ovvero il doppio del secondo (+4%).

Tra i canali emergenti, si segnalano il Petshop Gdo e il canale online, che ha raggiunto un peso sul totale mercato pari a 2,4%. Sviluppatosi durante l’emergenza sanitaria, l’online ha attirato e fidelizzato nuovi shopper, abbattendo molte barriere culturali e conoscitive che, fino a un paio di anni fa, sembrava potessero frenarlo.

Più attenzione al benessere

La crescita del pet food è sostenuta soprattutto dallo sviluppo dei prodotti premium e superpremium, che sono sinonimo di innovazione e di una sempre maggiore attenzione al benessere dei pet.

Quello dei prodotti per l’igiene, i giochi e gli accessori è un mercato estremamente vitale, che ottiene ottime performance in Gdo (+5,8% rispetto al periodo precedente). Il segmento più dinamico si conferma quello delle lettiere, con una crescita del 5% nell’anno terminato a dicembre 2021.

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome