Florinfo compie 30 anni

0
florinfo compie 30 anni

Florinfo compie 30 anni! Fondata nel 1989, l’azienda fiorentina è stata una delle prime software house a specializzarsi nei servizi per il mercato florovivaistico e del verde: un’attività davvero pionieristica, poiché poche imprese erano informatizzate alla fine degli anni Ottanta. Basti pensare che il protocollo http e il linguaggio html sono nati nel 1990 e il primo sito web è stato pubblicato il 6 agosto 1991. Il 18 maggio Florinfo ha festeggiato il suo 30esimo anniversario, con la partecipazione del Sindaco di Pontassieve (FI) Monica Marini e una mostra storica delle tappe significative dell’evoluzione dei prodotti: come per esempio il primo computer utilizzato, la prima banca dati Botanica prodotta da Florinfo nel 1989 con disegni fatti a mano in 4 colori, i primi prototipi dei sistemi di etichettatura e delle barriere cassa. Un’ottima occasione per tracciare un bilancio dell’informatizzazione del nostro mercato insieme a Fabio Torrini, Ceo e fondatore di Florinfo.

Fabio Torrini con Monica Marini, sindaco di Pontassieve (FI).

Come nasce una start up

GreenRetail: Come è nata Florinfo?

Fabio Torrini: È una storia un po’ lunga. Nel 1986 lavoravo alla mia tesi di laurea in Agraria e il mio professore mi propose di scrivere un programma per analizzare i dati sperimentali per la mia tesi. Il computer, se così si poteva chiamare, era uno Zx Spectrum a cassette.

Io non sapevo cosa fosse il software né cosa volesse dire programmare. Da quella esperienza mi nacque l’idea di realizzare un database sulle piante ornamentali. Dopo la laurea nel 1987 ho iniziato a creare un database sulle piante da appartamento per dare informazioni ai clienti del negozio di fi ori della mia famiglia, che allora era uno dei più famosi in Italia. Da questa prima idea, nel 1989 nasce Florinfo.

GreenRetail: L’esperienza familiare ti ha subito indotto a una specializzazione nel florovivaismo?

Fabio Torrini: La nostra missione da subito è stata quella di creare e sviluppare sistemi informatici studiati espressamente per il settore del verde. Botanica nel 1989 è stato il primo nostro software, cui si sono aggiunti via via i software per la progettazione del verde e i sistemi per la gestione dei centri giardinaggio e dei vivai.

GreenRetail: Alla fine degli anni Ottanta poche imprese usavano il computer…

Fabio Torrini: Abbiamo intuito che la nascente informatica poteva portare nel settore del verde, a quei tempi “dominato” dai negozi di fiori, un valore aggiunto importante e tale da fornire supporto professionale.

Effettivamente nel 1989 parlare di informatica, nel nostro settore, faceva sorridere molti operatori. I computer costavano dai 3 ai 4 milioni di lire e anche questo rendeva davvero difficile far entrare l’informatica nelle aziende. Si notava, però, che dietro quel sorriso si nascondevano una curiosità e un forte interesse per le nostre innovazioni.

florinfo compie 30 anni
I soci di Florinfo al taglio della torta del 30esimo anniversario. Da sinistra Paolo Musiari, Maria Paola Tanini, Fabio Torrini e Fabio Nocentini.

Nel 2004 il boom dell’informatica per il florovivaismo

GreenRetail: In questi 30 anni come è cambiato il modo di lavorare dei vostri clienti? È stata una evoluzione vissuta con entusiasmo o scetticismo?

Fabio Torrini: Il settore dopo qualche anno è decollato: i prezzi dell’hardware sono iniziati a scendere e a essere più accessibili. Con l’avvento di Windows (ricordo che inizialmente si lavorava in DOS con il famoso C:\…), la grafica e l’utilizzo del mouse hanno consentito di far avvicinare molti all’informatica.

Dal 1989 al 1992 abbiamo sviluppato non solo Botanica ma anche i nostri primi software grafi ci per la progettazione degli addobbi floreali e dei giardini e i primi sistemi di etichettatura per garden e vivaisti. Negli anni dal 2004 al 2008 abbiamo assistito a un vero boom dell’informatica per il florovivaismo.

GreenRetail: E oggi, qual è il livello di alfabetizzazione informatica delle imprese del verde in Italia?

Fabio Torrini: La situazione è chiaramente migliorata. Oggi quasi nessuna azienda pensa di poter fare a meno dell’informatica. Quello che però ancora manca è la percezione del valore, in termini di servizi alla clientela, che può portare una infrastruttura informatica efficiente, performante e soprattutto affidabile. Per esempio spesso le attrezzature che troviamo nelle aziende sono datate anche di 8-10 anni, ovvero anni luce sotto il punto di vista informatico! Nel settore ancora si guarda troppo al prodotto e poco ai servizi rivolti al cliente. Temiamo purtroppo che questo atteggiamento imprenditoriale, per noi miope, potrebbe pregiudicare lo sviluppo delle aziende del settore. Sul mercato globale le aziende vincenti sono quelle che offrono i migliori servizi al cliente e non solo il miglior prodotto!

Software made in Italy

GreenRetail: La vostra storia ci dice che Florinfo è l’unica impresa italiana specializzata nel verde che sviluppa personalmente i propri software…

Fabio Torrini: Esatto, dal 1989 siamo una software house. Noi non prendiamo software di terze parti e li adattiamo. Ogni riga di codice dei nostri prodotti, da quelli per la progettazione grafica ai sistemi gestionali per i garden center, è sviluppata internamente.

Inoltre ci occupiamo non solo dello sviluppo del software ma anche di riempirlo di contenuti. Nei software per la progettazione del verde tutte le immagini utilizzabili sono di nostra proprietà. Un altro esempio: per le nostre banche dati botaniche (oggi totalmente online e destinate ad essere utilizzate su device mobile) utilizziamo il nostro patrimonio di oltre 30.000 foto di piante ornamentali e un archivio di oltre 5.000 schede di piante che stiamo catalogando e che aggiorniamo ogni anno. Tutto made in Italy!

GreenRetail: Come mai avete scelto questa strada?

Fabio Torrini: Perché ne avevamo e ne abbiamo le competenze. Perché nel 1989 non esisteva nulla di “pensato” per il settore e per noi era fondamentale offrire risposte precise e puntuali alle esigenze di chi vi lavorava. Perché Florinfo ha una caratteristica esclusiva: in nessuna altra azienda informatica del settore è presente un così ampio spettro di professionalità e competenze. In Florinfo abbiamo specialisti di settore, agronomi, ingegneri e informatici che lavorano ogni giorno a fianco delle principali aziende. Per questo anche oggi, nel 2019, grazie al know how acquisito e ai pesanti investimenti in ricerca e  sviluppo, possiamo continuare a essere una azienda davvero all’avanguardia.

GreenRetail: Quali vantaggi offre ai clienti una software house?

Fabio Torrini: Poter avere un servizio impeccabile realizzato come un abito su misura a un costo giusto. I nostri prodotti nascono per il settore e sono testati con grande serietà e scrupolo prima di essere messi sul mercato. Questo offre ai clienti l’opportunità di acquisire un prodotto Florinfo e di utilizzarlo subito con un bassissimo impatto per l’avviamento all’uso. Faccio un esempio: quando introduciamo un nostro sistema gestionale in una azienda, il personale si stupisce della facilità d’uso e dei tempi nei quali diventa operativo e produttivo. Il software è pensato per i centri giardinaggio e qualsiasi problema contiene già una risposta nel sistema, il che rende minima la necessità di personalizzazioni.

GreenRetail: Quali sono i prossimi progetti? Su cosa state investendo in questo momento?

Fabio Torrini: Stiamo investendo molto sul prodotto che è stato l’origine di Florinfo, ovvero Botanica, oggi Botanica on Web. Questo sistema fornisce sostanzialmente servizi a valore aggiunto per i clienti. È già adottato dai più importanti garden center, come Viridea e Flover, ma è così flessibile e collaudato che viene adottato con successo anche da centinaia di piccoli e medi centri di giardinaggio in Italia. Per questo prodotto stiamo pensando di fornire innovativi servizi di relazione con il cliente (mondo social) nell’ottica di aumentare la percezione di valore e di soddisfazione di un cliente che si rechi in un centro di giardinaggio specializzato o frequenti le sue pagine internet o social.

www.florinfo.it

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome