Anche nel 2019 è stabile la crescita delle catene specializzate nel brico-garden

0
catene specializzate nel brico-garden

Le catene specializzate nel brico-garden (centri bricolage e dei garden center) sono aumentate numericamente anche nel primo semestre 2019. Ecco tutti i numeri.

Le catene specializzate nel brico-garden nel 1° semestre 2019

Nel primo semestre 2019 la rete dei punti vendita dei gruppi distributivi specializzati nel bricolage e nel giardinaggio ha seguito l’andamento già evidenziato negli ultimi due anni. Le aperture si concentrano maggiormente nel secondo semestre, mentre i primi sei mesi – nel saldo tra nuove aperture e chiusure – hanno un andamento “piatto”. È successo nel 2017, quando l’85% dei nuovi negozi è stato aperto nel secondo semestre, e nel 2018, che nella seconda parte dell’anno ha visto addirittura l’87,5% delle nuove aperture.

È bene precisare che questo Monitoraggio ha l’obiettivo di analizzare semestralmente l’andamento dei punti vendita legati al commercio organizzato specializzato nel bricogarden. Quindi, quando parliamo di “aperture” e “chiusure”, non sempre indichiamo un nuovo negozio o un negozio fallito. Vale per i negozi diretti, ma nel caso degli affiliati alle grandi insegne del settore o ai consorzi d’acquisto spesso si tratta di un punto vendita di un imprenditore indipendente: che potrebbe decidere di aderire a un’offerta di affiliazione (quindi per la nostra analisi, dedicata al commercio organizzato, è un “nuovo” negozio anche se magari esiste da decenni), oppure potrebbe recedere (in questo caso per il nostro Monitoraggio è una “chiusura” anche se il negozio rimarrà attivo), o passare a un’altra insegna (non incidendo quindi nella nostra analisi).

1.148 negozi per 24 gruppi distributivi nel 2019

Nel primo semestre 2019 sono 1.148 i negozi che fanno capo ai 24 gruppi operanti in Italia, pari a una crescita semestrale dello 0,5% rispetto a fine 2018, ma dell’1,8% su base annua e rispetto ai 1.128 negozi del 30 giugno 2018.

catene specializzate nel brico-garden

Le superfici espositive sono pari a 2,39 milioni di mq, con una crescita semestrale dello 0,7% e annuale del 2,6%.

La crescita di solo 6 punti vendita rispetto ai 1.142 del 2018 non deve far pensare che le catene specializzate nel brico-garden siano rimaste ferme nel 2019. Questi numeri rappresentano solo il saldo tra nuove aperture e chiusure e nel primo semestre 2019 abbiamo assistito a 26 nuove aperture e 20 chiusure.

catene specializzate nel brico-garden

Il divario tra nord e sud

Analizzando il numero di abitanti in rapporto ai punti vendita di ogni Regione, possiamo evidenziare che in Italia ci sono 1,9 negozi e 3.960 mq espositivi ogni 100.000 abitanti.

catene specializzate nel brico-garden

Mentre il dato dei negozi è stabile rispetto al 2018, c’è un aumento dello 0,71% dei mq espositivi ogni 100.000 abitanti, rispetto ai 3.932 mq del semestre precedente.

Nel primo semestre del 2019 c’è stato un aumento maggiore delle metrature nelle regioni del nord-est (+1,71%) e del nord-ovest (+1,66%), con l’Emilia Romagna (+4,14%) e la Lombardia (+2,84%) in testa. Diminuiscono le regioni del centro Italia (-1,23%) nonostante la buona performance della Toscana (+4,74%). Calano ancora di più le regioni del sud (-1,8%), dove spicca però il dato positivo della Sicilia (+11,68%).

Rimane comunque molto forte il gap tra nord e sud, soprattutto se consideriamo che in Piemonte ci sono 6.727 mq espositivi ogni 100.000 abitanti mentre in Campania ne troviamo 1.036: cioè l’85% in meno. Gli altri fanalini coda, uniche regioni sotto la soglia dei 2.000 mq, sono la Puglia (1.329 mq ogni 100.000 ab.) e la Sicilia (1.487 mq).

Nella classifica delle città, con 48 negozi Treviso ha conquistato il primo posto, superando Roma (45). Padova ha sorpassato Ravenna e conquistato la settima posizione, mentre nella top 10 è rientrata Vicenza al nono posto, sorpassando Verona.

catene specializzate nel brico-garden

La classifica delle città per metrature vede invece salde nelle prime posizioni Milano, Roma e Torino. Udine ha conquistato la settima posizione ai danni di Verona, mentre Monza è entrata in classifica al nono posto, superando Treviso e facendo uscire Napoli dalla top 10.

Le catene specializzate nel brico-garden nel 2019

Come abbiamo detto, nonostante il saldo totale dei negozi faccia pensare a un mercato “fermo”, in realtà è vero il contrario e il primo semestre è stato caratterizzato anche da molte nuove aperture.

catene specializzate nel brico-garden

Se confrontiamo i dati a un anno fa, al primo semestre 2018, spicca la crescita di Brico Ok, che oggi controlla 97 negozi. Nel 2019 ha avuto 3 defezioni, ma ha aperto a Ghedi (BS), Ceccano (FR), Colle di Val d’Elsa (SI) e ha ampliato il negozio di Rovigo. Inoltre ha in programma 4 nuove aperture nel secondo semestre che la porteranno a superare il tetto dei 100 negozi.

Buone le performance anche degli altri due leader della classifica. Nel 2019 Brico io ha aperto 3 negozi: due negozi diretti a Milano (6 gennaio) e Lodi (9 maggio) e un affiliato a Vittoria (RG) il 27 giugno. Quest’ultimo è il primo negozio Brico io in Sicilia.

Una primavera intensa anche per Bricofer, che ha ampliato la sua rete con 5 nuovi negozi: ha iniziato in aprile con il punto vendita affiliato di Pallerone (MS) e il diretto di Carpi (MO), per proseguire a maggio con l’affiliato di Modica (RG) e a giugno con l’apertura del nuovo negozio diretto di Cascina (PI) e l’affiliato di Predamano (UD).

La metodologia dell’indagine

Per fotografare il commercio organizzato specializzato nel brico-garden operante in Italia, abbiamo selezionato le insegne della GDS (Grande Distribuzione Specializzata) e i Gruppi d’Acquisto (Consorzi) con almeno 3 punti vendita e una propensione allo sviluppo. Le superfici espositive indicate sono relative alle aree coperte destinate alla vendita: sono quindi esclusi i parcheggi, gli uffici e i magazzini.

Per punto vendita “diretto” intendiamo i negozi di proprietà del gruppo distributivo; per “affiliato” intendiamo i negozi di proprietà di imprenditori privati, che aderiscono a formule di associazionismo distributivo, come il franchising, o di affiliazione a gruppi d’acquisto e consorzi.

Tutti i dati sono forniti dalle stesse catene specializzate nel brico-garden ed elaborati dall’autore, che conduce ininterrottamente questo Monitoraggio semestrale dal 1988. Le rare stime sono sempre precisate nei grafici.

Per ulteriori informazioni: greenline@netcollins.com

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome