Cernigliaro allontanato da Leroy Merlin: la nota ufficiale dell’azienda

0
Cernigliaro

Nelle ultime settimane si sono susseguite voci riguardanti l’allontamento di Alessandro Cernigliaro, ormai ex Direttore della supply chain, da Leroy Merlin; una vicenda delicata, che avrà strascichi legali in virtù della decisione di Leroy Merlin di richiedere un risarcimento danni di 2 milioni di euro a Cernigliaro.

Questa la nota ufficiale dell’azienda francese, a seguire le dichiarazioni di Fabrizio Leopardi, Direttore Risorse Umane Leroy Merlin, che ha gentilmente risposto alle domande della nostra redazione.

“Leroy Merlin è entrata in una nuova fase sotto la guida di Alberto Cancemi, Ceo dallo scorso aprile, che sta lavorando su una riorganizzazione che consenta all’azienda di evolvere mantenendo e rafforzando la sua leadership in modo da creare un impatto umano economico e ambientale sempre più positivo.  
Una riorganizzazione che si fonda su quelli che sono da sempre i valori chiave in cui l’azienda crede fermamente, su cui basa il suo operato e che devono essere osservati e condivisi da tutti i collaboratori, i fornitori e i partners in un rapporto di reciproca fiducia.  
È  un lavoro di squadra in cui tutti sono chiamati a partecipare perché solo lavorando insieme in modo corale, si possono raggiungere obiettivi importanti. Ecco perché non c’è posto in azienda per chi non condivide questa visione e per questo nel settembre scorso Alessandro Cernigliaro, ex direttore della supply chain è stato allontanato repentinamente dalla sua posizione e l’azienda ha deciso di agire per vie legali nei suoi confronti con una richiesta di danni per 2 milioni di euro. La prima udienza è fissata per il 23 marzo 2023. 
Intanto è già stata individuata una figura di alto profilo che arriverà nel mese di gennaio per occuparsi della supply chain, ambito strategico per una realtà che si occupa di retail”.

 

Le dichiarazioni ufficiali di Fabrizio Leopardi, Direttore Risorse Umane Leroy Merlin

GreenRetail: La gestione della supply chain è di fondamentale importanza, soprattutto in un’azienda che lavora nel retail come Leroy Merlin: quanto è stato difficile trovare in poco tempo una figura di alto livello? In qualche modo questo incidente di percorso ha rallentato qualche vostro progetto?

Fabrizio Leopardi: 
La supply chain per una azienda come Leroy Merlin e per il futuro che stiamo immaginando diventa quanto mai strategica.
Pensiamo ad una realtà omnicanale che metta il cliente al centro, un’organizzazione sostenibile sotto tutti i punti di vista: una sfida importante che richiede una grande competenza, capacità manageriale e soprattutto lavoro di squadra.
Attraverso una ricerca accurata che ha utilizzato tutti i canali disponibili, abbiamo individuato una persona che risponde a questi requisiti e che entrerà nella famiglia Leroy Merlin a gennaio.
Nel frattempo i diversi progetti sono andati avanti grazie alla creazione di una straordinaria task force interna, guidata dal Ceo Alberto Cancemi, che ha permesso di avanzare in tutti i nostri progetti senza interruzioni nè rallentamenti.

GreenRetail: La cifra di risarcimento così alta è da ricercare soprattutto nel danno di immagine per un’azienda che ha fatto negli anni della trasparenza e della serietà il proprio biglietto da visita? 

Fabrizio Leopardi: Siamo convinti che solo lavorando insieme per un obiettivo comune si possano raggiungere risultati importanti e per farlo deve esserci sempre un rapporto di estrema fiducia tra tutti i collaboratori, i fornitori e i partners.
Su questi valori abbiamo fondato da sempre anche la relazione con i nostri clienti che devono essere sempre certi della serietà e trasparenza con cui lavoriamo.
Per quanto riguarda la cifra richiesta a titolo risarcitorio  preferiamo non aggiungere alcun commento in quanto parte di un procedimento legale in corso.

www.leroymerlin.it

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome