Il vaso che misura la qualità dell’aria: nasce Arianna

0

Nasce Arianna, il vaso che misura la qualità dell’aria. L’idea è di cinque giovani ingegneri e designer del Politecnico di Milano: un vaso che misura la qualità dell’aria e mette in rete i dati per monitorare quotidianamente e capillarmente l’aria delle città più inquinate.

Uno strumento di analisi, quotidiano, diffuso e continuativo, che può facilmente rappresentare lo stato della qualità dell’aria di una città, quartiere per quartiere, zona per zona, col fine di aiutare la ricerca e le autorità competenti a individuare le migiliori soluzioni.

Il vaso che misura la qualità dell’aria: come funziona

Il funzionamento è semplice e geniale: grazie a un pannello solare il vaso Arianna aspira l’aria in modo autonomo, la analizza e trasmette i dati a un’app che a sua volta crea una mappa della qualità dell’aria di tutta la città.

vaso che misura la qualità

Per raccogliere i fondi i giovani ingegneri hanno lanciato una campagna di crowdfunding attraverso la piattaforma Produzioni Dal Basso: l’obiettivo era di raccogliere 40.000 euro e lo hanno raggiunto in pochi giorni. Sono partiti da Milano e nei prossimi mesi già 100 “ambasciatori” riceveranno il vaso Arianna da posizionare sul proprio balcone. Va segnalato anche il supporto di Bcc Banca di Credito Cooperativo che ha sposato il progetto, raddoppiando la diffusione dei vasi Arianna che verranno destinati alle scuole milanesi.

Non solo Milano: altre città, come Londra, hanno capito l’importanza dei dati per trovare soluzioni concrete all’inquinamento e misurarne l’impatto.

www.wiseair.it

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome