Stefano Donetti è il nuovo presidente di Aicg

0
nuovo presidente di Aicg
In foto, riconoscibili, da sinistra, Silvano Girelli (past president di Aicg), Martina Schullian (futuro presidente di Igca, l’associazione internazionale dei garden center), Stefano Donetti (nuovo presidente di Aicg), Giacomo Brusa e Gianluca Casella.

Abbiamo incontrato Stefano Donetti, il nuovo presidente di Aicg (Associazione Italiana Centri Giardinaggio), che ci ha anticipato un nuovo servizio dedicato alla consulenza normativa.

Nuovo presidente di Aicg e nuovo direttivo

Il 4 febbraio il nuovo consiglio direttivo di Aicg, figlio dell’assemblea dei soci tenutasi il 17 gennaio, ha nominato le nuove cariche direttive dell’associazione.

Il nuovo presidente è Stefano Donetti, titolare dell’Azienda Floricola Donetti di Romagnano Sesia (NO), ed è stato eletto all’unanimità. Lo affiancheranno il nuovo vicepresidente Davide Michelini, titolare della Floricoltura Vivai Michelini di Borghetto Santo Spirito (SV), i segretari Bartolomeo Dichio, professore di fisiologia delle specie da frutto, frutticoltura generale e Tecniche vivaistiche all’Università degli Studi della Basilicata ed Emanuele Morselli, agronomo paesaggista con specializzazione in verde ornamentale e tutela del paesaggio presso Garden Vivai Morselli di Medolla (MO).

Il nuovo consiglio direttivo, che rimarrà in carica fi no al 2021, è composto da Giacomo Brusa (Agricola del Lago di Varese), Nadia Cavinato (Garden Cavinato di San Giorgio delle Pertiche, PD), Silvano Girelli (Flover di Bussolengo, VR), Andrea Orlandelli (Valle dei fiori di Mantova), Enrica Raganato (Il Germoglio di Robegano di Salzano, VE), Paolo Roagna (Garden Roagna Vivai di Cuneo), Alessandro Zannoni (Alma Zeta Verde di San Lorenzo Nuovo, VT) e gli invitati permanenti Valentina Ceriani (Eco Park di Origgio, VA), Jean Marc Orecchioni (Innavoflora Vivai di Arzachena, SS) e Pietro Arici (Florarici di Brescia).

Per meglio svolgere le attività proposte e perseguire la mission dell’associazione il nuovo direttivo ha istituito anche i seguenti gruppi di lavoro:

• Comunicazione: formato da Nadia Cavinato, Davide Michelini, Jean Marc Orecchioni ed Enrica Raganato;

• Legislativo: formato da Giacomo Brusa, Bartolomeo Dichio, Stefano Donetti, Silvano Girelli, Davide Michelini, Jean Marc Orecchioni e Alessandro Zannoni;

• Formazione: formato da Giacomo Brusa, Stefano Donetti, Andrea Orlandelli e Paolo Roagna;

• Fiere/eventi: formato da Valentina Ceriani, Davide Michelini, Emanuele Morselli, Jean Marc Orecchioni, Andrea Orlandelli e Paolo Roagna;

• Delegazione internazionale: rappresentata da Silvano Girelli.

Per conoscere gli obiettivi e lo stato d’animo del nuovo presidente, abbiamo incontrato Stefano Donetti.

nuovo presidente di Aicg
Stefano Donetti, nuovo presidente di Aicg

Il nuovo servizio di consulenza di Aicg

Green Retail: La prima domanda non può che essere un tuo commento sulla tua nomina a presidente di Aicg, un’associazione a cui tu hai contribuito fin dalla nascita…

Stefano Donetti: Mi aspettavo la nomina anche se non ero mentalmente preparato: è un incarico di primaria importanza per il settore e cercherò di assolvere al meglio ai miei compiti. Il testimone non è leggero, facendo seguito alla presidenza di Silvano Girelli che ha saputo svolgere al meglio il suo incarico in questi 3 mandati. Credo fortemente nell’associazione, che sta rappresentando al meglio i propri fini istituzionali e la propria mission integrando ogni anno progetti nuovi, come per esempio il programma formazione lanciato nel 2018 e che ha portato a una crescita professionale di tutti i collaboratori presenti durante i quattro moduli attivati.

Green Retail: Aicg sviluppa attività di formazione anche a livello internazionale…

Stefano Donetti: Aicg ha sempre avuto, fin dalla sua nascita, una vocazione internazionale, che si esplicita in numerose iniziative tra le quali spicca il viaggio studio annuale per visitare i garden center di un paese europeo, confrontandosi tra colleghi, o la possibilità di giovani gardenisti italiani di svolgere stage formativi presso garden europei, finora con risultati eccellenti.

Una delegazione Aicg è sempre presente al congresso annuale dell’associazione internazionale Igca, della quale diventerà futura presidente Martina Schullian, co-fondatrice di Aicg. Manteniamo inoltre ogni anno uno sguardo attento e autorevole oltre confine anche grazie agli ospiti internazionali che partecipano al nostro convegno di gennaio.

Last but not least, ricordiamo la nostra collaborazione pluriennale con Sue Allen, forse la massima autorità del Regno Unito in tema di garden center, per l’attività di inspection e valutazione nei centri giardinaggio italiani. In sintesi, promuoviamo un ampio confronto internazionale per far crescere tutto il settore florovivaistico, tutelando e promuovendo le produzioni italiane.

nuovo presidente di Aicg
Ogni anno Aicg organizza viaggi studio in Europa: Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera, Austria e Irlanda sono state alcune delle tappe di questo tour formativo.

Green Retail: Quali obiettivi ti sei dato per la tua presidenza? Sono previsti dei cambiamenti rispetto al passato oppure lavorerai nel segno della continuità?

Stefano Donetti: La continuità è essenziale, ma l’integrazione è indispensabile! La novità importante che stiamo attivando in questi giorni è quella del servizio di consulenza, che sarà in grado di supportare i proprietari di garden center negli aspetti burocratici, amministrativi e relativi alle normative. La regolamentazione del settore è complessa e – a volte – lacunosa: vorrei che Aicg potesse diventare un riferimento a cui rivolgersi per approfondire questioni e ottenere indicazioni sulle novità normative. Questo servizio sarà offerto per argomenti che riguardano la maggior parte degli associati in modo gratuito. Per temi più specialistici di ogni singola azienda vi saranno tariffe molto agevolate.

Green Retail: Nell’ultimo convegno è stato presentato il concorso del giornale Gardenia dedicato ai migliori garden center: ce ne puoi parlare più dettagliatamente?

Stefano Donetti: Come descritto al convegno e alla presentazione a Myplant & Garden, Aicg ha dato il patrocinio a una richiesta di Gardenia per creare il primo concorso per il miglior garden center.

Il concorso è stato strutturato in modo molto semplice, creando una scheda di auto-valutazione che verrà compilata dai centri di giardinaggio. Questo questionario raggruppa alcuni punti di forza, che daranno accesso o meno alla possibilità di partecipare al concorso. I centri saranno visitati a settembre da una commissione di giornalisti di Gardenia e il premio verrà consegnato durante il convegno di Aicg di gennaio. Nella primavera 2020 il garden center vincitore avrà un articolo dedicato sulla rivista Gardenia.

Questo progetto ha l’utilità di coinvolgere e avvicinare sempre più ai centri di giardinaggio anche i lettori appassionati del verde che però non scelgono noi al momento come punto di riferimento del settore.

nuovo presidente di Aicg
Ogni anno, a gennaio, Aicg organizza un convegno nazionale, che ormai è diventato un punto di riferimento per i centri giardinaggio italiani.

Green Retail: Quest’anno ripeterete le iniziative Margherita per Airc e Garden Festival d’Autunno: che riscontri hanno avuto in questi anni?

Stefano Donetti: Sono argomenti di grande interesse per tutto il settore, pur essendo progetti che richiedono tanto lavoro organizzativo per il direttivo. Sono iniziative nelle quali crediamo fortemente, perché danno risalto alle nostre strutture florovivaistiche in modo diretto verso i clienti sia organizzando eventi collaterali, come i laboratori, sia a livello mediatico grazie al nostro ufficio stampa. La mia mission personale è quella di arrivare al 100% di aderenti a queste iniziative tra gli associati.

Green Retail: Sempre durante il convegno è stata lanciata la proposta di sostenere le piante prodotte in Italia. Di cosa si tratta?

Stefano Donetti: È un progetto che stiamo strutturando e consiste nel creare campagne nazionali all’interno dei centri di giardinaggio mirate a promuovere il prodotto italiano in modo sistematico e mensile. Ogni mese verrà selezionata una pianta o una famiglia di piante italiane.

Abbiamo pensato a questa iniziativa per dare sempre più spazio alla qualità senza eguali del prodotto italiano. Anche su questi progetti verrà integrata una campagna sui media.

Non va dimenticato che il garden center è un punto di riferimento fondamentale per la filiera del verde italiano, poiché ha un rapporto diretto con i consumatori: un ruolo strategico per far crescere il consumo di piante e la diffusione della cultura del verde con evidenti ricadute positive per produttori, ambiente e salute pubblica.

Green Retail: Il direttivo di Aicg è composto da una squadra affiatata con una competenza del settore a 360° e gruppi di lavoro dinamici. Senza contare l’importanza del lavoro svolto per affermare e qualificare l’attività dei centri di giardinaggio. Quanto è difficile gestire il processo di crescita di una associazione?

Stefano Donetti: Devo ammettere che mi è giunto qualche commento negativo quest’anno da qualche associato legato all’aumento della quota associativa, sul quale ho insistito anch’io personalmente. La scelta è stata dettata da un opportuno e inderogabile processo di crescita, che deve passare necessariamente attraverso un potenziamento dei servizi: l’attivazione della segreteria esterna per aumentare la comunicazione e renderla più rapida verso gli associati; l’avviamento del servizio di consulenza, che è un grande passo avanti, ma sia ben chiaro non vuole andare a sostituire altre associazioni sindacali; la formazione è una delle mission di Aicg e deve comprendere anche un servizio di informazione mirata e specialistica per i titolari d’azienda. Oltre ai temi citati, ritengo opportuno aumentare la comunicazione tra gli associati e verso il cliente finale e questo richiede sempre più impegno in termine di tempo e quindi in termini di risorse.

www.aicg.it

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome