giovedì, Febbraio 29, 2024

Germania: calano le vendite di piante e fiori nel 2023

In Germania le vendite di piante e fiori ornamentali sono diminuite nel 2023 di circa il 4%, pari a un giro d’affari sell out di 8,6 miliardi di euro, leggermente al di sotto degli anni pre-Covid. È quanto emerge dalle stime di Agrarmarkt Informations-Gesellschaft (Ami) presentati in occasione di Ipm Essen.

“L’anno scorso le vendite nel mercato globale dei fiori e delle piante ornamentali sono state significativamente inferiori – ha spiegato Jürgen Mertz, presidente dell’associazione Zentralverband Gartenbau (Zvg) -. Questi sembravano essere a scapito delle importazioni mentre le vendite della produzione tedesca sono rimaste relativamente stabili”.

L’inflazione ha portato a un calo della spesa dei consumatori, mentre le aziende di produzione hanno continuato a lottare contro la carenza di manodopera qualificata e l’aumento dei salari minimi, oltre agli elevati costi operativi causati dall’inflazione. Infine la meteorologia non ha aiutato il mercato tedesco, con una primavera piovosa e un autnno troppo caldo.

La spesa pro capite per le piante da giardino è scesa a meno di 49 euro. Le piante da aiuola e da balcone rimangono di gran lunga il segmento più importante all’interno delle piante da giardino, anche se in termini aritmetici ogni residente tedesco ha speso solo poco più di 20 euro per acquistarle. La spesa pro capite per le piante perenni è scesa a meno di 7 euro. Anche gli arbusti da frutto e ornamentali sono diminuiti, con una spesa media di 16 euro per le piante legnose. Le erbe aromatiche hanno mantenuto il risultato dell’anno precedente, ma con una bassa quota di mercato, inferiore al 3%. Per la seconda volta consecutiva, i bulbi da fiore hanno perso circa il 5 % rispetto all’anno precedente, il che significa che la spesa pro capite ha superato di poco la soglia dei 3 euro.

Vendite di piante e fiori in Germania nel 2023: tengono le piante d’appartamento

Nel 2023 le piante da interno e i fiori recisi hanno patito meno della crisi dei consumi rispetto alle piante da esterno, grazie al fatto che non dipendono così tanto dal clima.

La spesa pro capite per le piante d’appartamento, che ha conosciuto un vero e proprio boom durante la pandemia, è scesa a 6 euro: appena superiore al livello pre-pandemia. Il calo delle piante d’appartamento da fiore registrato nel 2022 è stato più contenuto nel 2023, con una spesa pro capite che ha superato la soglia degli 11 euro.

Il segmento di mercato più grande è rappresentato dai fiori recisi, il calo rispetto al 2022: i tedeschi hanno speso più di 35 euro pro capite.

Articoli correlati

- Sponsor -
- Sponsor -
- Sponsor -
- Sponsor -