giovedì, Febbraio 29, 2024

Morgan Comagarden: calano gli acquisti di macchine nel 2023

Nei primi tre trimestri del 2023 le vendite di macchine per il giardinaggio sono diminuite del -12,1% rispetto allo stesso periodo del 2022. È quanto emerge dal rilevamento statistico Morgan Comagarden, che prevede una chiusura dell’anno a -7%.

Morgan Comagarden: calano gli acquisti di macchine nel 2023

L’inflazione riduce la propensione all’acquisto, soprattutto da parte del pubblico dei privati e degli hobbisti. Il calo del -12,1% rappresenta una media nazionale puramente indicativa: un mix tra famiglie di prodotto che hanno registrato un incremento di vendite e altre che sono quasi crollate. Le vendite di tagliasiepi nei primi nove mesi del 2023, per esempio, sono aumentate del +12,7%. Come quelle di decespugliatori/trimmer (+16,8%), soffiatori/aspiratori (+2,8%), ride on professionali (+28%), biotrituratori (+5%) e rasaerba robot (+4,8%). Al contrario, calano sensibilmente le vendite di tosaerba “tradizionali” (-22,8%), motozappatrici (-26%), decespugliatori a scoppio (-14,4%) e motoseghe (-12,5%).

Morgan Comagarden

Le previsioni per fine anno stimano una flessione in volumi del -7% rispetto al 2022, pari a 1.263 milioni di macchine vendute: il 59% è rappresentato da motoseghe (328.000 unità previste), decespugliatori a scoppio (212.000) e rasaerba (208.000).

“Il mercato del gardening – spiega il comunicato di Comagarden – ha avuto notevoli incrementi nel periodo della pandemia, come conseguenza della maggiore permanenza delle persone nelle proprie case e della maggiore attenzione per uno stile di vita salutistico e legato alla natura. Nell’anno in corso, tuttavia, si nota una minore propensione a investire nel settore, in parte per il ritorno a condizioni di vita più ordinarie e in parte per l’inflazione, che riduce il potere di acquisto delle famiglie e porta a procrastinare gli investimenti nelle attività di tipo hobbistico”.

www.comagarden.it

Articoli correlati

- Sponsor -
- Sponsor -
- Sponsor -
- Sponsor -