Il profilo dei consumatori di gardening del 2021

0
consumatori di gardening

“Prendersi cura delle piante significa prendersi cura di sé stessi”: è solo uno degli spunti emersi dalla nuova ricerca sui consumatori di gardening realizzata da Promogiardinaggio.

Il 26 novembre Promogiardinaggio, l’associazione no-profit per la promozione della cultura del verde partecipata dalle principali imprese del settore, ha presentato i risultati di una nuova ricerca, condotta in modo innovativo grazie alla collaborazione dell’istituto di ricerca Kkienn. La ricerca è infatti composta da 6 step, tra cui uno screening qualitativo su un campione di 33 consumatori di gardening durato tre settimane e una ricerca quantitativa su oltre 1.000 coltivatori per hobby, selezionati in base alla distribuzione della popolazione Istat, condotta lo scorso ottobre.

Gli obiettivi della ricerca sono molteplici: comprendere le tendenze in atto nel consumo di prodotti e servizi di giardinaggio, soprattutto riguardo ai cambiamenti indotti dalla pandemia e identificare le opportunità emergenti per le imprese associate, con particolare attenzione al prodotto e alla sua distribuzione. Accanto a una parte di carattere generale, la ricerca si caratterizza infatti per degli interventi “verticali” nei diversi settori del grande “mondo” del gardening (piante e fiori, terricci, concimi, attrezzi, vasi, arredi, ecc.). La ricerca è gratuita ma riservata ai soci di Promogiardinaggio: in occasione dell’assemblea dei soci svoltasi lo scorso 26 novembre è stato diramato un comunicato stampa con alcune tavole.

consumatori di gardening

Il benessere della pianta diventa il benessere del coltivatore

Per i consumatori di gardening odierni le piante sono esseri viventi, con cui empatizzare quasi come avviene con gli animali domestici. Il piacere di dare la vita e vederla crescere gratifica l’hobbistica: il benessere della pianta diventa il benessere del coltivatore. In fondo, prendersi cura delle piante significa prendersi cura di sé stessi. Un tipo di rapporto che trova conferma in alcune tendenze emergenti: come l’aumento dello spazio dedicato alle piante in casa e l’allungamento del ciclo di coltivazione. Oltre al balcone e al giardino, le piante invadono infatti le zone living (51%), la cucina (25%) e anche il bagno (10%). Poiché le piante di casa vengono percepite come esseri viventi, se non membri della famiglia, anche il ciclo di coltivazione e di acquisto si sviluppa nel corso di tutto l’anno: gli hobbisti dedicano infatti al giardinaggio 43 minuti al giorno durante la bella stagione e non interrompono del tutto in inverno ma riducono l’impegno a 24 minuti al giorno.

consumatori di gardening

Il “piacere di dare la vita” e di vederla crescere si riscontra anche nel tipo di acquisto: il 74% acquista piante già cresciute e il 52% usa semi e bulbi. Anche il carrello della spesa, pur con una preponderanza delle piante, tocca tutti i comparti analizzati (concimi, vasi, attrezzature, terriccio, difesa e arredi) in modo omogeneo.

La maggiore richiesta registrata quest’anno da parte dei consumatori di gardening secondo questa analisi sembra derivare prevalentemente dal maggior tempo dedicato dagli appassionati (20%) rispetto alle persone che si sono avvicinate al giardinaggio durante il lockdown per la prima volta (6%). Avendo a disposizione maggior tempo libero, derivato in molti casi dallo smart working, gli appassionati di giardinaggio hanno avuto più ore da dedicare al loro hobby: il 46% degli intervistati ha dichiarato di avere intenzione di aumentare gli spazi verdi della casa nei prossimi mesi.

consumatori di gardening

Nuovo Cda per Promogiardinaggio

In occasione dell’assemblea dei soci del 26 novembre è stato anche eletto il nuovo consiglio di amministrazione di Promogiardinaggio che rimarrà in carica nel triennio 2021-23. Alla presidenza è stato rinnovato Ugo Toppi (amministratore del Centro del Verde Toppi di Origgio e co-fondatore di Giardinia), che sarà affiancato dal vice presidente Nunzia Guerra di Compo. Il nuovo Cda è così composto, in ordine alfabetico: Emilia Bonanomi di Plastecnic, Nunzia Guerra di Compo Italia (vice presidente), Paolo Milani del Gruppo Editoriale Collins (direttore), Paolo Panico di Kollant, Luca Pelliciari di Viridea (segretario generale), Ferdinando Quarantelli di Sbm Life Science e Ugo Toppi di Giardinia (presidente). Ricordiamo che Promogiardinaggio è un’associazione no-profit dedicata alla promozione e aperta a tutte le imprese della filiera del mercato del gardening.

promogiardinaggio.org

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome