Massimo Polato: luci e ombre sulla stagione 2021 del giardinaggio

0
stagione 2021 del giardinaggio

Nonostante il meteo sia stato meno favorevole rispetto alla primavera 2020, la stagione 2021 del giardinaggio è partita con una crescita delle vendite che non si vedeva da anni. Dopo l’articolo in cui analizzava il mercato del gardening durante la pandemia, Massimo Polato si concentra sull’andamento dei primi mesi del 2021.

stagione 2021 del giardinaggio

È vero: ci stiamo para­gonando ai mesi di mar­zo e aprile dell’anno scorso quando, a causa del primo lockdown, molti garden e negozi di giardinaggio erano chiusi, o poteva­no vendere solo alcune categorie di prodotti. E soprattutto le persone non potevano uscire di casa.
Dai primi di marzo di quest’anno tutti gli appassionati di giardinag­gio, ma anche chi ha un terrazzo e lo usa per cucinare, rilassarsi o lavorare, hanno anticipato molti ac­quisti per assecondare i loro biso­gni, così come gli amanti dell’orto, ricordando che l’anno scorso mol­ti prodotti erano andati esauriti, come le piantine da orto, le aroma­tiche o le piscine. Contribuendo in questo modo all’incremento delle vendite.

Continua il trend di crescita delle vendite online

Il booster generato l’anno scorso con la pandemia ha lasciato un segno indelebile nell’evoluzione degli acquisti e l’offerta online di prodotti per il giardinaggio diventa sempre più importante.
Le insegne della Gds, i garden cen­ter più evoluti, gli specialisti delle macchine da giardino e del mondo dei barbecue e dell’outdoor conti­nuano a effettuare investimenti importanti nella omnicanalità e di conseguenza su tutta la catena della supply chain e dei servizi, per essere sempre più vicini e perfor­manti verso i propri clienti.
Investono per non farsi rubare il mercato dai grandi player, come Amazon, eBay o Manomano; per­ché temono di perdere i clienti che con la pandemia hanno scoperto la comodità di acquistare online e non è detto che torneranno in nego­zio in futuro. O non sempre.
È una gara per portare più clienti a effettuare gli acquisti nel proprio punto vendita “fisico” e “online”.

Cosa vende di più

Le maggiori crescite sono state registrate sui mobili da esterno, i barbecue, le piscine, le piante e naturalmente vasi e terricci. Incre­dibile come siano stati anticipati di due mesi gli acquisti delle pi­scine rispetto ai trend precedenti alla pandemia: ricordo che l’anno scorso a fine aprile non si trovava­no più piscine sul mercato.
Bene anche le macchine da giar­dino e i prodotti per l’irrigazione.

Le “ombre” della stagione 2021 del giardinaggio

La stagione 2021 del giardinaggio è ancora lunga e ci sono delle difficoltà sul mercato che mettono a rischio una parte delle vendite future.
In prima linea il tema delle mate­rie prime con una situazione molto critica. I continui aumenti di prezzo e soprattutto la scarsa reperibilità delle stesse, a fronte di una mag­giore domanda di prodotti finiti, può indurre le aziende a fare del­le scelte non previste. Come per esempio fermare le linee produtti­ve di alcuni articoli o ritardare le produzioni.
Per il settore del giardinaggio può essere un grave problema: i mesi di maggio, giugno e luglio rappre­sentano più del 40% del fatturato annuale.
Ricordiamoci che nei mesi di mag­gio e giugno del 2020, il post lockdown del “liberi tutti”, ci furo­no delle vendite record tanto da far recuperare un inizio di stagione difficile. Quest’anno ci sarà la di­sponibilità della merce per affron­tare questi mesi importanti?

Le corse agli accaparra­menti

Molti rivenditori stanno acca­parrando merce per la paura di nuovi aumenti di listino dei produttori; ma soprattutto te­mono di non avere lo stock per poter far fronte alle richie­ste dei propri clienti.
Tutto questo genera grande confusione sul mercato e dif­ficoltà nella gestione degli acquisti da parte di chi pro­duce e di chi acquista.

E il cliente?

Il cliente è la persona più importante di tutto il circuito commerciale. Lui è ignaro di tutti questi problemi: si aspet­ta sempre di trovare il prodot­to che corrisponde alle sue esigenze, in un negozio con personale specializzato che lo accompagni nella scelta, oppure compra online preten­dendo la merce consegnata in tempi rapidi e con il rispetto della qualità percepita dalle foto e dalla descrizione tecni­ca letta sul sito.
Sicuramente tutti faranno il possibile per accontentar­lo, per fidelizzarlo offrendo il massimo della scelta dei pro­dotti, con prezzi competitivi e servizi mirati. In un mercato dei prodotti per il giardino e terrazzo che vale più di 4 mi­liardi di euro c’è spazio per tutti. Vedremo a luglio chi si è giocato meglio le sue carte!

massimopolatomp@gmail.com

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome