Stocker Virtual Conference: un nuovo modo di incontrare i clienti

0
Stocker
Un momento della Stocker Virtual Conference 2020

Fondata nel 1985 a Lana, in provincia di Bolzano, con l’obiettivo di produrre forbici professionali per vigneti e frutteti per il mercato del nord Italia, Stocker è oggi un affermato brand italiano con una diffusione internazionale, in Europa ma anche in Sud Africa, Israele e Messico e un catalogo completo di attrezzature per il verde sia per professionisti che per hobbisti. In questi 35 anni l’azienda ha affrontato con successo anche il passaggio generazionale, dai fondatori Anna Stocker e Josef Mairhofer ai figli, in particolare a Matthias Mairhofer che dal 2018 è il direttore generale. E non sarà un caso che questa notizia venga da un’azienda guidata da un manager e un team composto da giovani.

Mentre molte imprese non sapevano dove sbattere la testa, il team guidato da Matthias Mairhofer ha affrontato un investimento importante e ha progettato un’interessante attività digitale per proseguire il dialogo già aperto con i rivenditori e i consumatori finali. È nata così la Stocker Virtual Conference che, dall’11 al 21 settembre, ha riunito, in diversi appuntamenti, tutti gli attori del successo di Stocker. Una serie di conferenze virtuali, live sul web su Facebook e Youtube, dedicate ai vari interlocutori. Il programma è iniziato venerdì 11 settembre con un appuntamento aperto a tutti e dedicato ai consumatori, ancora disponibile per la visione sulle pagine social Facebook e Youtube di Stockergarden. In seguito si sono tenuti meeting riservati agli agenti italiani, ai rivenditori italiani, agli agenti spagnoli, ai rivenditori spagnoli e ai distributori internazionali. Per saperne di più abbiamo incontrato Matthias Mairhofer, direttore generale di Stocker.

Stocker
L’11 settembre Matthias Mairhofer, direttore generale di Stocker, ha accolto gli spettatori della Stocker Virtual Conference 2020 nel palcoscenico naturale della provincia di Bolzano. Nella foto un frame del suo saluto iniziale.

Stocker Virtual Conference: una soluzione anti-Covid

GreenRetail: Come è nato il progetto Stocker Virtual Conference?

Matthias Mairhofer: Questa primavera, durante l’emergenza che tutti abbiamo vissuto, ci siamo chiesti quale fosse il modo migliore per comunicare sia con i nostri agenti, sia con le nostre rivendite, sia con il consumatore fi nale. Di solito organizziamo dei meeting a settembre, sia a livello nazionale che internazionale, nella nostra sede di Lana, ma quest’anno ci sembrava impossibile.
Quindi abbiamo fatto un investimento importante per allestire il nuovo showroom e per acquistare nuove tecnologie video, per esempio telecamere con sistema tracking. Abbiamo anche realizzato un Virtual Tour: uno showroom virtuale che permette ai clienti di osservare tutti i nostri prodotti anche con video presentazioni tradotte in quattro lingue.
Ma soprattutto abbiamo organizzato le conferenze virtuali: il primo evento, venerdì 11 settembre, aveva un focus sul consumatore finale, mentre dal 14 al 21 settembre abbiamo organizzato le riunioni con la nostra forza vendita italiana e le rivendite italiane, poi con gli agenti e le rivendite spagnole e infine con i distributori esteri il 21 settembre.

GreenRetail: Quanti consumatori avete coinvolto?

Matthias Mairhofer: Venerdì 11 è stata bella esperienza, anche se complicata dai problemi tipici delle “dirette”. Abbiamo registrato 3.000 persone che ci hanno seguito live sui tre canali. Il video è stato subito pubblicato su Youtube e Facebook: oggi ha coinvolto 15.000 persone. Ai meeting riservati hanno naturalmente partecipato tutti i nostri agenti, 115 rivendite italiane e 60 spagnole, oltre ai nostri 35 distributori in tutto il mondo. Ma non ci fermiamo qua!

GreenRetail: Avete altri appuntamenti in programma?

Matthias Mairhofer: Da fine settembre a fine marzo abbiamo già 10 eventi programmati e dedicati alle rivendite italiane. Meeting tecnici in cui presenteremo ulteriormente i nostri prodotti. Visto che i viaggi sono limitati, così abbiamo la possibilità di continuare a parlare con i clienti.
Inoltre abbiamo previsto dei Corsi di Potatura Digitali per i clienti finali. Noi collaboriamo anche con vari rinomati esperti di potatura (olivicoltura, viticoltura, piante da frutto e ornamentali) con cui abitualmente organizziamo dei corsi a favore dei nostri clienti. Quest’anno si terranno, sempre online, da ottobre fino a gennaio e il programma prevede corsi gratuiti e a pagamento. L’esperto viene nella nostra sede dove registriamo l’intervento mentre il consumatore si potrà collegare e partecipare ai corsi di potatura da casa tramite computer.

GreenRetail: Prima li organizzavate nei punti vendita?

Matthias Mairhofer: Sì, prima del Covid venivano organizzati nei negozi: l’ultimo lo abbiamo fatto a febbraio e quelli già programmati in marzo e aprile sono stati cancellati. Anche in questo caso, la scorsa primavera ci siamo chiesti come potevamo proseguire questa attività: da qui è nata la nuova formula 2020-21 tutta online.

GreenRetail: Quando l’emergenza Covid sarà superata, tornerete a organizzare eventi “personali” o proseguirete sulla via digitale?

Matthias Mairhofer: Penso che sfrutteremo i due canali in parallelo: torneremo ai meeting “fisici” ma rimarrà anche il concetto digitale. Va anche detto che questa formula non l’abbiamo iniziata oggi con il Covid ma l’abbiamo utilizzata già in passato, per organizzare corsi di formazione online con le rivendite.

Il 2020 chiuderà positivamente

GreenRetail: Come giudichi questo 2020? Come ha impattato il Covid su Stocker?

Matthias Mairhofer: Noi abbiamo sempre lavorato e siamo sempre stati operativi. In quei due mesi in cui il fatturato era marginale, abbiamo cercato di dare una mano: abbiamo consegnato al Comune di Lana e ai tre confinanti 30.000 mascherine in omaggio, che sono state distribuite a tutte le famiglie. Abbiamo cercato di dare il nostro contribuito a livello di sicurezza qui, vicino all’azienda. In aprile in tutti gli ordini dei nostri clienti abbiamo incluso due mascherine per dare la possibilità agli addetti alle vendite di lavorare in sicurezza in una situazione molto complicata.

GreenRetail: Come si stanno sviluppando le vendite in questo anno difficile? Prevedete una chiusura 2020 positiva o negativa?

Matthias Mairhofer: La stagione sta andando bene e il mercato funziona. Ovviamente a marzo e aprile c’è stata una flessione, ma da maggio fino a oggi abbiamo incrementato bene le nostre vendite. Prevedo una chiusura di anno molto positiva.
Poteva essere meglio perché il clima in primavera quest’anno è stato eccezionale: ho sofferto a marzo quando guardavo fuori dalla finestra! Sarebbe stato un anno da record per il nostro mercato: speriamo di avere la stessa primavera anche nel 2021.

Nel video qui sotto l’apertura della Stocker Virtual Conference.

www.stockergarden.com

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome