La scelta naturale di Euroterriflora: intervista a Federico Bartolini

0
Federico Bartolini

Federico Bartolini di Euroterriflora ci racconta storia e novità dell’azienda toscana, presente da oltre 65 anni sul mercato e pronta ad affrontare il 2022 con ottimismo.

La secolare tradizione florovivaistica italiana ha stimolato la nascita nel nostro paese di un tessuto in­dustriale fortemente specializzato nella cura delle piante.

Pensiamo per esempio ai vasi, un mercato in cui l’Italia ha molto da dire in Europa con numerosi produttori importan­ti, e anche dei substrati di coltiva­zione. Un altro segmento che vede in Italia una massiccia presenza di produttori, spesso con un livello di qualità che non ha nulla da invidiare ai grandi competitor multinazionali.

Federico Bartolini
Federico Bartolini, managing director di Euroterriflora

È il caso di Euroterriflora, società specializzata nella produzione di substrati di coltivazione professio­nali e per hobbisti, fondata ad Arez­zo nel 1957 proprio per rifornire di terricci di qualità i vivaisti toscani. Il suo fondatore, Giancarlo Bartolini, è stato un vero innovatore del set­tore e già nel 1976 realizzò uno dei primi stabilimenti industriali italiani dotato di impianti di insacchetta­mento automatico del terriccio.

In questi 65 anni Euroterriflora ha guidato e seguito l’evoluzione del mercato e oggi dispone di una gam­ma completa di terricci suddivisi nei brand Terriflora, Il Florovivaista di Casa, Sottobosco e Il Mio.

Per saperne di più abbiamo incon­trato Federico Bartolini, managing director di Euroterriflora.

“Il terriccio: vita, lavoro, mis­sione”

GreenRetail: La maggior parte dei produttori di substrati ha sede nel nord Italia: quanto è stato impor­tante nascere ad Arezzo, a diretto contatto con una delle eccellenze italiane, cioè la produzione florovi­vaistica toscana?

Federico Bartolini: La nostra “sto­ria” inizia proprio con la produzione di substrati professionali realizzati appositamente per il comparto flo­rovivaistico toscano, in particolare per quello pistoiese (piante arbusti­ve) e per quello fiorentino (piante da appartamento verdi e fiorite).
Successivamente abbiamo impie­gato questo importante know how per creare linee di prodotto desti­nate a un mercato hobby, fornendo così garden center, vivai e catene di distribuzione specializzata e or­ganizzata, che a loro volta si rivol­gono a un cliente che cura il giardi­no da “amante del verde”.

GreenRetail: Cinquant’anni fa il “ter­riccio” era un prodotto; oggi il “ter­riccio” è diventato una “categoria di prodotto” con un importante svilup­po orizzontale (universale, acidofile, grasse, orchidee, agrumi, rose, bio, ecc.) e verticale (20, 45, 70 litri). Quanto è importante oggi avere una linea completa di substrati per con­quistare spazi nei negozi specializ­zati italiani?

Federico Bartolini: È essenziale. Il mercato dei terricci è dinamico e in forte evoluzione. Avere un’ampia scelta di substrati universali e spe­cifici con litraggi di piccolo, medio e grande formato permette di sod­disfare le richieste di più tipologie di clientela. Dal cliente hobbista al professionista.
Oltre all’ampia gamma di terricci universali e specifici che proponia­mo, mi preme sottolineare che tut­te le confezioni delle quattro linee sopra citate sono realizzate con mo­nomateriale Ldpe 4. Quindi, tutte le plastiche utilizzate sono riciclabili al 100% e i pallet sono protetti da cappucci elastici realizzati con ma­teriali di ultima generazione e seri­grafati con marchio Euroterriflora.

GreenRetail: Euroterriflora è stata fondata nel 1957 ed è stata quin­di un’azienda protagonista della nascita del prodotto “terra in sac­co” e dell’evoluzione del mercato hobbistico in questo settore. Cin­quant’anni non si compiono a caso: quali sono i valori che vi hanno permesso di restare sul mercato per oltre mezzo secolo?

Federico Bartolini: Rispondo par­tendo dallo slogan creato per l’ul­tima campagna pubblicitaria: “Il terriccio è la nostra vita, il nostro lavoro, la nostra missione”. In ol­tre 50 anni di ricerca e di svilup­po di nuovi prodotti abbiamo fatto dell’innovazione e dell’alto valore professionale delle risorse umane il fattore determinante per il poten­ziamento e il successo della nostra impresa.

GreenRetail: Proponete 4 linee di pro­dotto: Terriflora, Il Florovivaista di Casa, Sottobosco e Il Mio. Quali sono le differenze?

Federico Bartolini: Ogni linea-pro­dotto è destinata ad un segmento di mercato specifico. Oggi i marchi di Euroterriflora, attraverso i suoi clienti, raggiungono la copertura di tutto il territorio nazionale e dei pa­esi che si affacciano sul Mar Me­diterraneo. L’obiettivo comune dei nostri prodotti è sempre quello di garantire una elevata qualità che soddisfi al meglio tutte le esigenze del consumatore finale.

Le “Isole” di Euroterriflora

GreenRetail: Nella linea dedicata ai prodotti per l’arredo giardino pro­ponete la formula Isola del Decoro. Di cosa si tratta?

Federico Bartolini: Oltre alle confe­zioni in classici formati di cortecce di pino, ciottoli di marmo, argilla, lapillo vulcanico, pomice e rocce di tufo, già da qualche anno proponia­mo ai nostri clienti l’Isola del Deco­ro, composta da Ciottolo bianco, Pepite di lapillo vulcanico, Perle po­mice vulcanica e Gemme di argilla.
I quattro prodotti sono in comodi formati da 10 litri. Ogni singolo pro­dotto è inserito in un mini pallbox espositivo. Su di un pallet possia­mo posizionare quattro mini pallbox con prodotti a scelta del cliente.

GreenRetail: Quali prodotti avete lan­ciato per il 2022?

Federico Bartolini: La nostra azien­da si è sempre caratterizzata per proporre a clienti storici e potenziali nuovi articoli dall’elevata qualità e dal packaging accattivante studiato nei minimi particolari. A questo, ne­gli anni, abbiamo aggiunto le nostre Isole, che consentono di fornire 4 mini pall-box espositivi in un unico pallet, in modo da dare più possibi­lità di scelta al cliente impiegando minor spazio nel punto vendita.
La linea di concimi Il Fertilizzante di fattoria è la nuova “Isola 2022”. Si tratta di quattro tipologie speci­fiche di concimi naturali basati su antiche formule dell’agricoltore in confezioni da 5 kg. Questi prodotti sono utilizzati per la concimazio­ne, nutrizione, cura e bellezza di fiori e piante ornamentali, piante da orto e frutti coltivate in vaso e in giardino, per tappeto erboso e siepi e arbusti.
Presto sarà presentata la nuova Isola Floribox, che sarà composta da un Terriccio universale profes­sionale, una Torba neutra di sfa­gno, un Substrato specifico per piante grasse e da Salvapianta Terrafertile, un substrato concen­trato di elementi nutritivi. Tutti que­sti prodotti sono confezionati in for­mato floribox con maniglia.

GreenRetail: Vogliamo parlare di ter­ricci biologici e senza torba?

Federico Bartolini: La nuova sede di Euroterriflora, nata nel 2000, è stata progettata esclusivamente per la produzione di terricci. Que­sto ci ha permesso di avere un ciclo di produzione completo che permette il controllo delle mate­rie prime dal loro ingresso, stoc­caggio, lavorazione e successiva spedizione. Le materie prime sono consentite in agricoltura biologica.
Euroterriflora già da anni si impe­gna al masssimo per tentare di ridurre la torba nei terricci hobby. Il nostro primo prodotto totalmen­te privo di torba è stato Salvater­ra Terriccio Universale Peat Free. Salvaterra è un terriccio universale di qualità, ottenuto da un alto con­tenuto di matrici vegetali compo­state e umificate naturalmente.

La crescita continuerà anche nel 2022

GreenRetail: Nel 2021 abbiamo assisti­to a un costante aumento dei prezzi di tutte le materie prime, dei tra­sporti e dell’energia. Quali aspetta­tive avete per il 2022?

Federico Bartolini: Il 2021 ha visto, per quanto ci riguarda, un importan­te aumento a due cifre nelle ven­dite dei nostri articoli. Incremento dovuto in parte alla situazione pan­demica e in parte determinata da un importante e continuo lavoro commerciale dedicato ai clienti sto­rici e a quelli potenzialmente nuovi. Per il 2022 siamo molto positivi. L’anno è iniziato bene e i cosiddet­ti green lovers nati nel periodo di quarantena sembrano essersi con­vinti che vivere e curare il verde di casa migliori la qualità della vita. Euroterriflora è pronta a recepire e a soddisfare questi nuovi appassio­nati con prodotti di alta qualità.
Certo, l’aumento dei costi delle materie prime è reale e il nostro comparto non ne è immune, ma l’impostazione del nostro ciclo pro­duttivo (dallo stoccaggio sia di ma­terie prime sia di prodotti finiti, alla spedizione/consegna della merce), unito alla flessibilità aziendale, ci permette di affrontare, gestire e contenere al meglio tutti gli even­tuali aumenti.

www.euroterriflora.it

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome