Le insegne del bricolage e del giardinaggio tornano a crescere nel 2021

0
insegne del bricolage

La rete dei punti vendita legati alle grandi insegne del bricolage e del giardinaggio operanti è tornata a crescere quest’anno in Italia. Ecco i dati aggiornati al primo semestre 2021 del nostro esclusivo Monitoraggio dedicato al commercio moderno specializzato.

Le insegne del bricolage e del giardinaggio tornano a crescere nel 2021

Dopo un 2020 che ha ovviamente limitato lo sviluppo di nuovi punti vendita, nel primo semestre 2021 abbiamo assistito a una ripresa della crescita del network di negozi legati alle insegne specializzate nel diy e nel gardening. I negozi che fanno capo ai 27 gruppi distributivi operanti in Italia sono infatti 1.196, con un incremento del 2,7% rispetto a un anno fa, cioè il 30 giugno 2020. Le superfici espositive sono aumentate del 3,3%, sempre rispetto a un anno fa, con oltre 2,5 milioni di mq.

insegne del bricolage

L’Italia della Gds nel 2021

Lo sviluppo ha toccato un po’ tutte le regioni italiane, con l’eccezione della Puglia (-1,4%), del Piemonte e della Toscana (entrambe -0,6%): le uniche che hanno ridotto leggermente la superficie espositiva totale rispetto a un anno fa, cioè al primo semestre 2020. Le regioni che, al contrario, hanno visto un maggiore aumento delle superfici espositive sono le Marche (+14,2%), il Friuli (+11,7%) e il Lazio (+11,2%), a fronte di una media nazionale del +3,1%.

Per evidenziare le differenze regionali, è interessante analizzare il rapporto tra popolazione e superfici espositive.

Possiamo così valutare che l’Italia offre, mediamente, 4.273 mq espositivi ogni 100.000 abitanti (erano 4.136 mq un anno fa). La forbice aumenta nelle regioni del nord est (5.811 mq ogni 100.000 abitanti) e del nord ovest (5.660 mq), mentre è la metà della media nazionale nel sud (2.149 mq).

insegne del bricolage

Analizzando i dati delle singole regioni, troviamo zone al di sotto della media nazionale anche nel nord: è il caso della Liguria (3.454 mq) e della Valle d’Aosta (3.566 mq).

Così nella macro-area sud e isole spiccano le performance di Calabria (4.233 mq) e Sardegna (4.100 mq).

Le regioni con la maggiore concentrazione espositiva rispetto alla popolazione sono il Friuli (9.479 mq), il Trentino (7.406 mq) e il Piemonte (6.650 mq).

Le città più “affollate”

Nella classifica delle città per numero di negozi, Roma ha conquistato il primo posto (con 49 negozi), seguita da Treviso, Milano e Torino.

La classifica in base alle superfici espositive vede la conferma ai primi posti di Milano, Roma e Torino, le uniche città italiane con più di 100.000 mq espositivi. Nella top 10 per superficie espositiva segnaliamo che Varese ha superato Vicenza al 5° posto e Udine ha superato Verona e Monza al 7° posto.

insegne del bricolage

Dopo Roma, le altre città del centro Italia con più superfici espositive sono Latina (13° posto nella classifica nazionale) e Perugia (18°). Le prime città del sud sono Napoli (19°), Bari (24°) e Catania (25°).

Se analizziamo soltanto i centri bricolage, possiamo segnalare che la classifica per superfici è guidata da Roma che ha superato Milano con 164.000 mq contro 151.200 mq.

Seguono Torino, Brescia, Udine e Varese. Le prime città del sud per superficie espositiva sono Napoli, Bari e Catania.

La classifica delle insegne verdi (garden + agri/garden) è guidata da Milano (42.500 mq), Vicenza (21.400) e Verona (21.300 mq).

Grande crescita per Brico Ok

Analizzando l’attività delle insegne, nel primo semestre 2021 spicca il risultato di Brico Ok, che ha ampliato di 8 punti vendita la sua rete diventando la prima insegna bricolage per numero di punti vendita. Sono 111 i punti vendita (per 175.400 mq), di poco superiori ai 110 di Brico io (71.200 mq). Tra le nuove aperture segnaliamo in particolare il negozio di Concesio (BS) aperto lo scorso aprile su 3.000 mq.

insegne del bricolage

Anche Evoluzione Brico ha registrato un’importante crescita con un saldo di 4 negozi in più rispetto a fine 2020, grazie alle aperture di Barletta, Salemi (TP), Formia (LT), Tortoreto (TE) e Roma. Quest’ultimo in particolare è l’innovativo centro giardinaggio Greeny di Green Hub Factory, con cui Evoluzione Brico ha stretto un importante accordo di collaborazione.

Bricoman ha inaugurato ben 3 punti vendita nei primi 6 mesi del 2021, tornando al suo ritmo di crescita pre Covid dopo il difficile 2020. Tra marzo e maggio ha inaugurato i negozi di Aprilia (LT), Venegono (VA) e il primo negozio in Friuli a Reana del Rojale (UD).

Tra le altre insegne che hanno ampliato la rete nel 2021 ricordiamo anche Fdt Group che ha aperto ad Ardenno (SO), Concesio (BS) e Sassoferrato (AN), Brico io che ha inaugurato a Monfalcone (Go), San Cesareo (RM) e Opera (MI) e Bricofer che ampliato la rete con i negozi di Roma Tuscolana e Zagarolo (RM).

Tra gli eventi del 2021 va segnalata anche l’apertura ad Ancona del 50esimo punto vendita di Leroy Merlin in Italia. Il 18 marzo è stato inaugurato un “big box” da 10.000 mq su un’area di 39.000 mq. Il punto vendita ospita anche un centro giardinaggio di 2.000 mq.

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome