Gardening in Francia: +8,4% nel 2020 per il Covid

0
gardening in francia

Il mercato del gardening in Francia ha chiuso il 2020 con un ottimo +8,4% sulle vendite dell’anno precedente, aumento concentrato soprattutto grazie alle performance della Gdo.

Iniziano a emergere i primi dati ufficiali sull’andamento del mercato del giardinaggio nel 2020: un anno eccezionale e impossibile da paragonare alle statistiche storiche a causa di un andamento da montagne russe, con un crollo verticale in marzo-aprile a causa dei lockdown e una ripresa superiore alle aspettative nei mesi successivi. Dopo l’analisi di Gfk sul mercato francese del gardening che aveva registrato l’andamento di centri giardinaggio e agrarie fino alla scorsa primavera, torniamo a osservare l’evoluzione del nostro settore oltralpe.

Come documentato dal giornale Zepros, il mercato del gardening in Francia ha chiuso il 2020 con un aumento delle vendite dell’8,4%. Ha trainato la crescita il comparto dell’orticoltura con in testa le sementi (+20,7%), l’irrigazione (+14,6%) e gli utensili manuali (+13,6%). Le vendite di sementi sono aumentate addirittura del 58% negli ipermercati alimentari.

gardening in francia

Il gardening in Francia è cresciuto soprattutto grazie a Gdo e e-commerce

Quello che colpisce dell’indagine è infatti il differente impatto della crescita sui principali canali distributivi durante e dopo l’emergenza nel 2020.

La Gdo alimentare, che prima del Covid in Francia veicolava il 16% delle vendite totali di prodotti per il giardinaggio, è balzata al 22% durante il primo semestre grazie al fatto che super e iper non sono mai stati costretti alla chiusura. Di contro nello stesso periodo i diy store e i garden center sono crollati da quasi il 60% al 33% per poi recuperare nel secondo semestre e chiudere con il 56%. Anche l’e-commerce ne ha tratto grande vantaggio: veicolava il 16% delle vendite totali nel 2019 ed è salito al 28% nel primo semestre per chiudere al 23% a fine 2020.

L’analisi ha intervistato anche i consumatori e le propensioni d’acquisto per il 2021 sembrano premiare i negozi specializzati a danno della Gdo e dell’e-commerce puro.

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome