La Lombardia chiude la GD nel week end ma non la vendita di piante e fiori

0
La Lombardia chiude la GD nel week end

La Lombardia chiude le grandi superfici di vendita nel week end (sabato e domenica) ma non chi vende piante, fiori e prodotti per animali.

Come abbiamo scritto ieri era nell’aria un provvedimento della Regione Lombardia relativo alla chiusura dei negozi di grandi dimensioni nel week end. Un’Ordinanza, la nr 623, che puntualmente arrivata il 21 ottobre. Quindi dopo il Piemonte anche la Lombardia si accinge a chiudere le grandi strutture sabato e domenica: un danno importante per i commercianti poiché, come tutti sappiamo, per molti punti vendita il week end rappresenta la maggior parte del fatturato settimanale.

La Lombardia chiude ma il verde è salvo

L’art 2 dell’Ordinanza 623 di Regione Lombardia conferma le limitazioni delle aperture delle grandi strutture di vendite e dei centri commerciali nei fine settimana, ma riserva una novità per il nostro settore. Dice testualmente: Nelle giornate di sabato e domenica è disposta la chiusura delle grandi strutture di vendita nonché degli esercizi commerciali al dettaglio presenti all’interno dei centri commerciali. La disposizione di cui al precedente periodo non si applica alla vendita di generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l’igiene personale, per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori, nonché alle farmacie, alle parafarmacie, alle tabaccherie e rivendite di monopoli”.

Sempre di commercio si parla al punto 3, dedicato alle misure per prevenire l’affollamento:

1. È fatto obbligo sia per gli esercizi commerciali al dettaglio che per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.

2. Tali esercizi devono adottare regole di accesso, in base alle caratteristiche dei locali, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. In particolare, le medie e grandi strutture di vendita devono garantire quanto previsto al periodo precedente, dando priorità, ove possibile, a modalità (app, internet etc.) di prenotazione dell’accesso all’esercizio.

Oltre naturalmente a seguire le Linee Guida per la Riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative valide a livello nazionale, nella parte relativa al commercio al dettaglio.

Scarica qui l’Ordinanza 623 della Regione Lombardia del 21 ottobre.
Scarica qui l’Ordinanza 111 della Regione Piemonte del 20 ottobre.
Scarica qui il Dpcm del 18 ottobre.
Scarica qui le Linee Guida per la Riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative.

Condividi:

Scrivi un commento

Lascia il tuo commento!
Scrivi il tuo nome